Cosa significa la perdita di una persona cara per un cristiano?

Come ci dobbiamo preparare ad affrontare una delle due cose certe della nostra esistenza, la vita e la morte? Quest’ ultima ci coglie forse di sorpresa, senza aver avuto la possibilità di fermarsi a riflettere sull’ argomento.

Elisabeth Kübler Ross fondatrice di una branca della psicologia che si occupa generalmente dei disturbi mentali (psicopatologia), considerata uno dei più noti esponenti degli studi sulla morte, nel 1970 elaborò il modello a cinque fasi. Questo strumento permette di capire le dinamiche mentali più frequenti in una persona a cui e stata diagnosticata una malattia terminale. Viene costatato dai psicoterapeuti che questo modello è valido anche nell’elaborazione di un lutto affettivo o condizionato da idee preconcette, da pregiudizi dal proprio modo di vedere le cose (ideologico).

Secondo Kübler Ross ogni volta che riceviamo la notizia della perdita di qualcuno o qualcosa che ci è caro, agiamo con una serie di reazioni. Non è un percorso evolutivo per cui le fasi possono manifestarsi in qualsiasi ordine, possono presentarsi sovrapposte o ripresentarsi in successione.

 

 

  • 1 Fase della negazione e del rifiuto. È la fase dell’incredulità in cui il paziente usando come meccanismo di difesa il rigetto dell’esame di realtà, ritiene impossibile di avere proprio quella malattia.
  • 2 Fase della rabbia. Dopo la negazione il paziente esperimenta emozioni forti come la rabbia e paura, che esplodono in tutte le direzioni, investendo i famigliari, il personale ospedaliere, persino Dio.
  • 3 Fase del patteggiamento. In questa fase la persona in causa, inizia a valutare cosa è in grado di fare, è una fase di negoziazione in cui il paziente cerca di riparare il riparabile e di riprendere il controllo della sua vita.
  • 4 Fase della depressione. È il momento in cui il paziente prende coscienza della perdita che sta subendo o che sta per subire. Si manifesta quando la malattia progredisce ed il livello di sofferenza aumenta. Quanto maggiore è la sensazione dell’imminenza della morte, tanto più è probabile che la persona viva fasi di depressione.
  • 5 Fase dell’accettazione. Quando il paziente ha avuto modo di elaborare quanto sta succedendo intorno a lui, arriva ad un accettazione della propria condizione ed una consapevolezza di quanto sta per accadere.

Il servizio di Counselling offre aiuto a coloro che stanno attraversando questi momenti bui della loro vita. Il counsellor è preparato ad affiancare non solo la persona malata in ogni fase di sofferenza psicologica, ma anche a sostenere i suoi famigliari durante la malattia della persona cara.

 

 

Giovanni 11:25-26 Gesù le disse: ’’ io sono la risurrezione e la vita, chi crede in me, anche se muore, vivrà, e chiunque vive e crede in me, non morirà mai. Credi tu questo? ’’

 

Kovacs Iosif Cornel